Grazie alla Regione Lazio 450 milioni di euro per imprese e liberi professionisti

Grazie alla Regione Lazio 450 milioni di euro per imprese e liberi professionisti

Pronta una grande iniezione di liquidità per le imprese del Lazio da parte della Regione con misure che attiveranno prestiti a tasso zero e garanzie per circa 450 milioni di euro con modalità di accesso veloci e semplificate.


In Giunta regionale è stato approvato il primo pacchetto di misure per sostenere il fabbisogno di liquidità dei liberi professionisti e delle micro, piccole e medie imprese della nostra regione a seguito della emergenza causata del Coronavirus.

Il pacchettodi misure, che è solo un primo provvedimento per aiutare il mondo delle imprese e delle partite iva, si chiamerà #ProntoCassa.

Provvista Bei

  • È stata attivata di una provvista Bei (Banca Europea degli Investimenti) di 100 milioni, che sarà messa a disposizione degli istituti di credito della nostra regione per generare 200 milioni di prestiti alle imprese a tasso agevolato, ulteriormente ridotto grazie ad un fondo regionale di 3 milioni con cui garantire l’abbattimento degli interessi.

Garanzie e riassicurazione Confidi

  • Una seconda iniziativa è la predisposizione di una sezione speciale all’interno del Fondo Centrale di Garanzia dedicata alle imprese e ai liberi professionisti della nostra Regione, per il rilascio di garanzie e per la riassicurazione delle operazioni dei Confidi, con coperture rispettivamente dell’80% e del 90%, utilizzando appieno le opportunità del Decreto “Cura Italia” che si stima possa generare operazioni per non meno di 200 milioni di euro.

Fondo Rotativo Piccolo Credito

  • Ed infine grazie all’attivazione di un “Fondo Rotativo per il Piccolo Credito” di 55 milioni di euro, operativo entro i primi giorni di aprile grazie alla piattaforma “Fare Lazio” gestita da Artigiancassa e Mediocredito Centrale, le micro/piccole e medie imprese potranno accedere finanziamenti a tasso zero fino ad un importo di 10 mila euro a tasso zero con una durata da 1 a 5 anni e un eventuale preammortamento di12 mesi solo per finanziamenti con durata di almeno 24 mesi, con mensile costante posticipata e nessuna spesa da rendicontare.

A quest’ultima tipologia di finanziamento agevolato potranno accedere le micro/piccole e medie imprese:

• costituite da almeno 36 mesi;

• che hanno sede operativa nel Lazio;

• operanti in tutti i settori, ad esclusione di quelli considerati “non etici” e fuori campo di applicazione del Regolamento UE 1407/2014 “de minimis”;

Ai finanziamenti sono ammissibili anche le MPMI che alla data di presentazione della domanda hanno esposizioni bancarie superiori a 100 mila euro mentre non sono ammissibili MPMI che hanno già ottenuto uno o più finanziamenti a valere sul Fondo Rotativo Piccolo Credito.

La modalità di assegnazione del finanziamento sarà la procedura a sportello con le risorse assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Lascia un commento