A febbraio un nuova Terapia intensiva al de Lellis

A febbraio un nuova Terapia intensiva al de Lellis

La Regione Lazio e la Asl di Rieti continuano a investire per migliorare l’offerta sanitaria dell’ospedale di Rieti.

Sono infatti già iniziati i lavori che permetteranno di aprire a febbraio prossimo un ulteriore reparto di terapia intensiva con 10 posti letto, dotato di strumentazione e macchinari all’avanguardia che sarà collocato in una tensostruttura adiacente al Pronto Soccorso.

Un’ulteriore concreta testimonianza del percorso di rafforzamento della sanità reatina da parte della Giunta Zingaretti.Al di là di polemiche a volte strumentali ma molto spesso dettate da una scarsa conoscenza delle dinamiche e delle procedure che regolano le politiche sanitarie della nostra regione in questi ultimi anni, grazie ai grandi sacrifici dei cittadini e di tutti gli operatori sanitari, siamo riusciti a invertire quel pericoloso avvitamento della sanità regionale causato dal centrodestra con la sciagurata gestione della Polverini.In sette anni, con le due Giunte Zingaretti, abbiamo portato la Sanità laziale fuori dal Commissariamento e abbiamo avviato quel faticoso ma indispensabile processo di rafforzamento della sanità territoriale che nella nostra provincia con la riapertura e al potenziamento della struttura di Magliano, con la costruzione dell’ospedale di Amatrice, con il finanziamento del nuovo ospedale di Rieti, con l’ammodernamento e il potenziamento dei reparti esistenti al de Lellis grazie a ingenti investimenti in termini di strumenti e di personale e, per restare sulla cronaca come giustamente ricordato dalla direzione aziendale, con l’attivazione di nuovi reparti come l’Oncologia Medica nel 2018.Per questi motivi rinnovo l’appello ai cittadini alla responsabilità e a osservare i comportamenti consigliati dalle autorità sanitarie e allo stesso tempo esorto tutti a lasciare da parte inutili e dannose polemiche almeno fino al momento in cui non supereremo questa emergenza.

Lascia un commento