Cento anni dall’Eccidio di Canneto: un giorno da non dimenticare

Cento anni dall’Eccidio di Canneto: un giorno da non dimenticare

Sono passati 100 anni dall’Eccidio di Canneto, 100 anni da quel giorno di dicembre quando 11 lavoratori furono uccisi e altri 13 furono feriti, anche gravemente come la donna che rimase invalida a vita, solo per aver chiesto condizioni di lavoro migliori, più umane e meglio retribuite.

Una data quella del 10 dicembre che non dobbiamo dimenticare sia perché rappresenta uno dei giorni più bui e più tristi della storia del nostro territorio ma soprattutto perché questa tragica ricorrenza deve sempre farci ricordare che i diritti e le conquiste sociali di cui la maggioranza di noi oggi per fortuna può godere e beneficiare non sono state quasi mai ottenute per generosa concessione ma sono frutto di lotte e sacrifici troppo spesso pagati con il sangue e la vita di donne e di uomini innocenti.Le vite spezzate degli uomini di Canneto e di tutti coloro che si sono sacrificati per avere un mondo più libero e più giusto devono essere da esempio e spingerci all’impegno quotidiano contro ogni forma di ingiustizia piccola o grande che sia.

Lascia un commento