Dalla Regione Lazio fondi e iniziative per le persone in difficoltà

Dalla Regione Lazio fondi e iniziative per le persone in difficoltà

La Regione Lazio in aiuto delle famiglie e delle persone in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus con due iniziative diverse: una per dare risorse economiche ai Comuni per supportare le fasce più deboli dei cittadini del Lazio e l’altra per aiutare gratuitamente le persone che non possono andare a fare la spesa.

Per la prima iniziativa la Giunta regionale ha stanziato 19 milioni di euro per l’erogazione e assegnazione dei pacchi alimentari o buoni spesa e spese per medicinali a favore delle famiglie nel Lazio in situazione di difficoltà economica derivante dalla emergenza Covid-19”.

Questo strumento vuole cercare di dare una prima risposta alle esigenze delle famiglie già in fragilità e per quelle che a causa dell’epidemia hanno la necessità e l’urgenza immediata di interventi viste anche le crescenti difficoltà finanziarie degli Enti Locali derivanti dalle spese impreviste da sostenere a causa dell’attuale situazione emergenziale che incidono sulle disponibilità relative al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2020.


Sette milioni di euro saranno destinati a Roma e saranno gestiti dei municipi mentre i restanti 12 milioni saranno distribuiti tra gli altri Comuni del Lazio ripartiti in proporzione al numero della popolazione residente.

Per i Comuni della provincia di Rieti sono stati resi disponibili quasi 620 mila euro.

La seconda iniziativa, grazie a un accordo tra la Regione, i Comuni, il Terzo settore, le associazioni di categoria di Commercio e Distribuzione e le catene dei supermercati, permetterà di portare a casa di persone non autosufficienti, anziani, coloro cui è sconsigliato per patologie pregresse e a chi è impegnato nei servizi di emergenza, con un servizio gratuito la spesa direttamente a casa.

L’iniziativa Spesa Facile proposta dall’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-up e Innovazione, Paolo Orneli, di concerto con il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, e l’assessora alle Politiche Sociali, Welfare ed Enti Locali, Alessandra Troncarelli, a oggi coinvolge 67 organizzazioni del Terzo Settore e 854 punti vendita di tutto il Lazio grazie alla collaborazione di Federdistribuzione, Ancc-Coop (Associazione Nazionale delle Cooperative di Consumatori-Coop), Ancd Conad (Associazione Nazionale Cooperative fra Dettaglianti Conad), Federlazio, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Confartigianato, Forum del Terzo Settore Lazio e Anci (Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia) Lazio.

L’intesa, che sara’ operativa in tempi brevissimi, permetterà di garantire l’arrivo della spesa direttamente a domicilio a: persone che hanno l’obbligo di restare in casa (come ad esempio quelle in quarantena o positive al coronavirus e in isolamento domiciliare), persone non autosufficienti, individui immunodepressi e/o con patologie croniche, anziani, donne in gravidanza, persone impegnate nei servizi sanitari e nella gestione dell’emergenza che hanno difficolta’ a fare la spesa e individui che comunque sono impossibilitati a raggiungere i beni di prima necessita’. I beneficiari verranno individuati dai Comuni in collaborazione con le organizzazioni del Terzo Settore.

Lascia un commento