L’impegno della Regione Lazio per la provincia di Rieti

L’impegno della Regione Lazio per la provincia di Rieti

Negli ultimi tempi sto assistendo a uscite da parte di esponenti del centrodestra reatino sull’operato della Regione Lazio molto spesso inesatte e fuori luogo come da ultimo quelle del presidente della Provincia di Rieti Calisse.

Comprendo le difficoltà del presidente della Provincia nel gestire le criticità e le emergenze di un territorio difficile come quello reatino, è un po’ meno comprensibile il tentativo di scaricare responsabilità e la continua ricerca di alibi.

Al presidente della Provincia saranno probabilmente sfuggite le ingenti risorse che la Regione Lazio ogni anno mette a disposizione delle amministrazioni locali per fronteggiare e trovare soluzioni al problema del rischio idrogeologico. A partire dal 2016 la Regione ha finanziato oltre quasi cento interventi nella nostra provincia come richiesto dai Comuni, tutti i Comuni al di là dei colori e delle appartenenze politiche, come risulta evidente anche dall’ultimo elenco di finanziamenti che la Regione ha erogato nel 2019 dove su 42 interventi finanziati in tutta la regione ben 11 sono stati destinati ai nostri comuni (Ascrea, Paganico Sabino, Antrodoco, Contigliano, Poggio San Lorenzo, Torri in Sabina, Roccantica, Collalto Sabino, Configni, Greccio e Petrella Salto, per essere precisi)

Forse gli è anche sfuggito che gli ultimi interventi di “difesa idraulica e geologica, infrastrutture e edilizie scolastica” fatti dal suo ente,di cui egli stesso ha solertemente dato notizia lo scorso 23 agosto, sono stati finanziati con fondi regionali, cosa che però il presidente Calisse nella sua nota ha dimenticato di sottolineare.

Devo constatare che purtroppo queste amnesie nel capoluogo sono sempre più frequenti: ci si dimentica infatti del ruolo svolto dalla Regione per portare l’IBM a Rieti, i fondi per aiutare lo sport, oppure che i Consorzi di Bonifica sono regionali o i fondi della Protezione Civile, quindi regionali anch’essi, per ristrutturare il PalaSojourner.

Capisco che la competizione all’interno della Lega sia accanita e attacchi pretestuosi alla Regione portino visibilità ma forse il presidente Calisse su temi sensibili e importanti per l’intera comunità dovrebbe togliere la casacca verde e indossare quella fascia blu che rappresenta tutti i cittadini della provincia.

La Regione Lazio comunque continuerà a supportare e sostenere tutti i Comuni e tutte le Province ma di certo non può sostituirsi a loro nel governo e la gestione del territorio.

Leggi anche:

https://fabiorefrigeri.it/dissesto-225-interventi-al-vaglio/

https://fabiorefrigeri.it/a-110-comuni-10mln-e-per-difesa-suolo/

Lascia un commento