Stato di calamità per le famiglie dell'olio

È ormai evidente che una delle economie di eccellenza della Sabina, che vale ben 25mila ettari di raccolto, a causa delle condizioni meteorologiche di queste ultime settimane d’inverno abbia subito uno choc imponente a causa del gelo; uno choc che non ha risparmiato gli olivi e, con loro, tutte le filiere produttive condotte da tante famiglie impegnate nel settore olivicolo. È evidente, dunque, quanto questo freddo intenso abbia minato dalle fondamenta la produzione futura, infliggendo così un colpo durissimo all’intero comparto olivicolo sabino, ovvero a migliaia di aziende agricole operanti nelle provincie di Roma e Rieti. Lo scenario di cui si deve prendere atto adesso è la condizione ineluttabile di un severo calo della produzione di olio nel prossimo anno. (altro…)

0 Commenti

A Fiuggi, il gusto delle aree interne

Interpretare le aree interne attraverso i loro territori, quelli di montagna, disseminati di piccoli e medi Comuni, in chiave di qualità di produzione, di tipicità, di gusto: una bella occasione questa tre giorni che si sta svolgendo…

0 Commenti

Zingaretti firma stato calamità naturale

La crisi che sta colpendo il Lazio nell’ambito dei servizi idropotabile ed irriguo per l’agricoltura ha raggiunto un livello di guardia tale da rendere necessaria, da parte di questa Amministrazione regionale, la richiesta di stato di calamità al Governo, stabilito ormai come certo il diffuso stato di emergenza dichiarato da Ato, gestori e Consorzi di bonifica.
Ebbene, stamane il presidente Nicola Zingaretti ha firmato il Decreto concernente la dichiarazione dello stato di calamità naturale. (altro…)

0 Commenti

Crisi idrica: cosa hanno fatto Ato?

Dopo l’ok, comunicato dai nostri uffici ad Acea Ato2, per un maggior prelievo di ben 190,00 l/sec. di acqua dalle sorgenti del Pertuso, disposizione volta a mitigare il razionamento calato sulla cittadinanza di molti comuni sabini e della provincia di Roma dalla stessa Ato2, in queste ore la Regione Lazio sta operando su altre tre direttrici. Innanzitutto, chiedendo a tutte le Ato del Lazio di informare con la massima urgenza i nostri uffici riguardo la reale situazione delle disponibilità di risorse idriche ad uso potabile nei comuni e, laddove vi siano carenze, di indicare espressamente quali comuni siano interessati dalle limitazioni della regolarità del servizio. (altro…)

0 Commenti

Ex Strampelli ha vocazione produttiva

Costrampelli_foto_ministro_giannini_martina-690x420n la ministra Stefania Giannini, il ministro Maurizio Martina e l’assessore regionale Carlo Hausmann, ieri l’ex Istituto di ricerca Nazareno Strampelli di Rieti ha compiuto un altro passo in avanti nella fase di rilancio che merita, sia in ambito scientifico che infrastrutturale. Con la sua valorizzazione, possibile grazie ad un progetto di ricerca promosso dal Miur e approvato dal Cipe, il territorio reatino continua così a dare un’ulteriore prova di livello nazionale ed europeo. (altro…)

0 Commenti