Verifica agibilità per le scuole del reatino

cq5dam.web.738.462Nella riunione con i sindaci dell’area reatina e sabina tenutasi il 26 agosto scorso, appuntamento che avevo convocato presso l’Aula dell’Università della Provincia di Rieti con il presidente Claudio Rinaldi, in una brevissima introduzione avevo definito l’incontro “utile per il pregresso e per il futuro”. A distanza di 3 giorni, oggi, ne sono ancor più convinto.
Nonostante la sempre più affollata serie di eventi che sono accaduti, e continuano ad accadere, dalla scossa delle 3.36 del 24 agosto, da parte di amministratori locali e nazionali registro senza alcuna interruzione di continuità una grande lucidità nell’aggredire il disastro e, al tempo stesso, mettere in fila le cose da fare nelle diverse prospettive d’intervento: dalla stabilizzazione delle filiere di emergenza al dispiegamento della progettualità di assistenza. A sei giorni dal terremoto, si continua a procedere con ordine, nonostante la gravità della situazione per le comunità colpite dal sisma. Sono tante le attività che posso portare a conferma di queste parole. Ne scelgo una. Già stamane la Regione Lazio, in vista dell’imminente avvio dell’attività scolastica, tramite i propri uffici tecnici del Genio Civile ha disposto appositi sopralluoghi presso gli edifici scolastici del territorio della provincia di Rieti, di ogni ordine e grado, al fine di verificarne l’agibilità. Qualora in sede di sopralluogo venissero rilevati danni provocati dal sisma, tali edifici verranno immediatamente segnalati alla DI.COMA.C (Direzione di Comando e Controllo), ai fini della corretta rilevazione del danno. Tali sopralluoghi interesseranno anche sedi comunali, ospedali e presidi sanitari della provincia reatina. Per questa attività sarà necessaria la collaborazione degli Enti locali, i quali sono chiamati a mettere a disposizione la documentazione tecnica e amministrativa che verrà richiesta.

Tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’abnegazione dei volontari della Protezione civile, di tanti corpi dello Stato, di tutti i sindaci della provincia. Poche parole. E dignità.
Roma, 29 agosto 2016

Lascia un commento